Boldrini, Giovanni Battista

Giovanni Battista Boldrini
N.
M.

Relazioni di parentela:

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica: Ingegnere dell’Ufficio dei Fossi di Grosseto, spesso nei suoi lavori si autografa come “Tenente”.

Biografia:
Tra la metà degli anni ’70 e la fine del secolo, svolse un’intensa attività cartografica come autore di numerosissimi rilievi, perizie e mappe in tutta la Provincia Inferiore Senese, con preferenza per fabbriche pubbliche, strade e canali.

Produzione scientifica:
Per il rifacimento della Strada Siena-Grosseto, Boldrini il 26 febbraio 1776 redasse una relazione sull’intero tracciato al Provveditore dell’Ufficio dei Fossi di Grosseto (ASF, Segreteria di Finanze ante 1788, f. 710, ins. 1776 ) (Sterpos, 1977, pp. 7-8).
Tra i suoi lavori, spiccano per risultati cartografici: la rappresentazione di un tratto del Canale Navigante costruito da Ximenes negli anni '60 nel padule di Castiglione della Pescaia, tra il Porticciolo di Grosseto e il porto canale castiglionese, con progetto di escavazione di un nuovo alveo, effettuata insieme a Giovan Battista Giudici, su commissione dell'Ufficio dei Fossi di Grosseto (l’intervento fu approvato dal "consulente idraulico ufficiale" Pio Fantoni e reso esecutivo dal granduca nel 1789) (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 22, c. 42bis, sc. 27); la bella e dettagliata Pianta regolare della bandita detta Selva Piana spettante alla comunità di Manciano e in parte al Benefizio di S. Carlo, del 29 marzo 1794 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 601, c. 55r, sc. 253); la pianta di un nuovo tronco di strada da realizzare tra Castiglione della Pescaia e il da poco edificato Forte di S. Rocco (attuale Marina di Grosseto), progetto approvato dal granduca, del 1795 (Grosseto, 24 aprile) (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 32, c. 132r, sc. 38); e la bella e policromatica Pianta delle zolfiere di Pereta, copiata dall’originale dell'ingegnere Giuseppe Maria Zaccheri, allora conservato nell'Archivio dell'Amministrazione Generale delle Regie Rendite, del 6 febbraio 1796 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 603, cc. 440v e 441r, sc. 261).

Produzione cartografica

Cinque piante di terreni della Fortezza di Grosseto, s.d. (ASF, Miscellanea di Piante, n. 680);
Due piante dell'edificio del Casone posto a Grosseto e appartenente alla Comunità, con progetto di modifiche, in collaborazione con l'ingegnere Antonio Capretti, 1784 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 17, cc. 223v e 224r, sc. 15);
Pianta dell'edificio sede dell'Uffizio dei Fossi di Grosseto, posto nel centro cittadino, in collaborazione con Antonio Capretti, 1784 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 17, c. 205bis, sc. 14);
Pianta per la realizzazione di nuove stanze nell'Uffizio dei Fossi di Grosseto, Grosseto, 3 marzo 1795 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 31, cc. 679ter e 680r, sc. 37);
Pianta di un tratto del Canale Navigante nel padule di Castiglione della Pescaia, con progetto di escavazione di un nuovo alveo, insieme a Giovan Battista Giudici, Grosseto, 16 gennaio 1789 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 22, c. 42bis, sc. 27);
Disegno schematico per un progetto di miglioramento della pesca nel lago di Castiglione della Pescaia, lavoro commissionato dalla Deputazione sopra gli Affari di Maremma e suggerito al matematico Pietro Ferroni, Castel del Piano, 18 agosto 1789 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 22, c. 532r, sc. 29);
Disegni in pianta di 22 edifici rurali da costruire o restaurare nel Vicariato di Massa Marittima, 1792 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 542, f. III, cc. 1r-22r, sc. 82);
Pianta della nuova chiesa parrocchiale di Prata, Grosseto, 14 ottobre 1792 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 27, c. 332r, sc. 32);
Disegno di una nuova cisterna da costruire nel comunello di Pancole, Grosseto, 30 novembre 1792 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 25, c. 204r, sc. 31);
Pianta del nuovo Palazzo Pretorio da costruirsi nell'Isola del Giglio, 1793, con approvazione granducale (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 25, c. 231r, sc. 32);
Pianta regolare della bandita detta Selva Piana della comunità di Manciano e del Benefizio di S. Carlo, 29 marzo 1794 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 601, c. 55r, sc. 253);
Pianta di un nuovo tronco di strada da Castiglione della Pescaia al Forte di S. Rocco (attuale Marina di Grosseto), progetto approvato dal Granduca, Grosseto, 24 aprile 1795 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 32, c. 132r, sc. 38);
Pianta di una cappella presso Monte Merano, Castel del Piano, 24 ottobre 1795 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 32, c. 388r, sc. 39);
Pianta delle zolfiere di Pereta, dall’originale dell'ingegnere Giuseppe Maria Zaccheri, 16 febbraio 1796 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 603, cc. 440v e 441r, sc. 261);
Due piante per la ristrutturazione del Regio Spedale di Grosseto, 1797 (ASGr, Ufficio dei Fossi, n. 515, c. 497r, sc. 80).

Produzione di cartografia manoscritta:

Produzione di cartografia a stampa:

Fonti d’archivio:

Bibliografia:
Sterpos, 1977, pp. 7-8; Rombai, Toccafondi e Vivoli, 1987, p. 431; Barsanti, Bonelli Conenna e Rombai, 2001, pp. 42, 51, 63, 65, 80, 89, 92-94 e 109-111; ASF, Miscellanea di Piante; ASGr, Ufficio dei Fossi; ASF, Segreteria di Finanze ante 1788.

Rimandi ad altre schede: G.

Autore della scheda: