Cichè, Francesco

Francesco Cichè
N.
M.

Relazioni di parentela:

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica:

Biografia:
A metà del ‘700 operò a Palermo come tipografo della Compagnia di Gesù e della Santa Crociata.. La sua officina era allocata nel palazzo arcivescovile. Fu anche incisore molto abile e fecondo, contribuendo ad arricchire con la sua opera molti testi storici del tempo.
Come tipografo avviò la sua produzione nel 1707 con G.B.Aiccardo e V.Toscano, ma operò anche da solo, come per l’opera in due volumi di G.A.Massa, La Sicilia in prospettiva del 1709. Negli anni seguenti lavorò con Antonino Epiro. Poi nel 1720 e nel 1723 stampò da solo due volumi di G.B. Caruso, promotore dell’Accademia Giustinianea per lo studio delle leggi, intitolate Historiae saracenico-siculae varia monumenta e Biblioteca historica Regni Siciliae che costituiscono un corpus assai completo di studi storici dell’Isola, tanto da essere accolte dal Muratori nell’opera Rerum Italicarum Scriptores, stampata a Torino nel 1725.
Cichè, oltre che editore, fu autore ed incisore di numerosi rilievi inseriti in testi storici. Per l’opera di F.Bonanni, Delle antiche Siracusa. Distribuzione che contiene gli scrittori anteriori al Bonanni, cioè le Dichiarazioni della pianta delle antiche Siracusa…, pubblicata a Palermo, presso la Stamperia Aiccardo nel 1717, curò il corredo iconografico. Si tratta di un volume miscellaneo che raccoglie tutte le opere del tempo sull’assetto della città aretusea in età classica, scritto in confronto con l’opera “Dell’antica Siracusa illustrata da Giacomo Bonanni e Colonna Duca di Montalbano libri due” , stampato a Messina, presso Crea nel 1624, priva di illustrazioni. Oltre al ritratto di Giacomo Bonanni, Cichè curò la riedizione delle nove tavole “novamente delineate”, che compongono la pianta del Mirabella (v.) ed elaborò la tavola “L’antica Siracusa ritrovata secondo la mente di D.Giacomo Bonanni Duca di Montalbano” e poi la “Pianta della città di Siracusa come si trova al presente”, un magnifico rilievo che costituisce una preziosa testimonianza dello sviluppo urbano della città nel primo ‘700. Da sottolineare che quest’opera ebbe una vasta diffusione grazie alla edizione in Latino del 1725 di Pieter Van der Aa.
Nel 1721 stampò il volume di B.De Colpi, Diario di tutto quello che successe nell’ultima guerra di Sicilia fra le due armate alle manna e spagnola: con un breve ristretto dei fatti principali attinenti a questa guerra dal 1713… fino ad hora presente, per il quale elaborò tre tavole relative ad episodi della guerra di Alberoni (lo schieramento delle truppe presso Francavilla, il piano dell’accampamento delle truppe spagnole presso Palermo, il piano d’assedio della Cittadella di Messina). Illustrò anche il libro di T.M.Napoli Breve ristretto dell’Architettura militare e fortificazioni moderne offensive e difensive, pubblicato a Palermo nel 1723. Sue anche le incisioni del volume di A.Mongitore Atto pubblico di fede…celebrato dal Tribunale del S.Uffizio, pubblicato a Palermo nel 1724.
Elaborò anche la tavola “Sicilia antica del Cluverio” per l’opera di G.B.Caruso, Memorie istoriche di quanto è accaduto in Sicilia dal tempo de’suoi primitivi abitatori sino alla coronazione del Re Vittorio Amedeo, raccolte dai più celebri scrittori antichi e moderni da Gio.Battista Caruso. Edizione aumentata e corretta sopra il manoscritto dell’autore, pubblicata a Palermo presso la Stamperia Gramignani nel 1742.

Produzione scientifica:

Produzione di cartografia manoscritta:

Produzione di cartografia a stampa:

Fonti d’archivio:

Bibliografia:
EVOLA D., Ricerche storiche sulla tipografia siciliana. Firenze Olschki, 1940, pp.114-116.
GIUFFRIDA A.- CASILE E., Notizie bio.bibliografiche su Francesco Cichè, in L’0pera grafica di Francesco Cichè. Introduzione di CARUSO B., Palermo, Edizione Regione Siciliana, 1976.
MALIGNAGGI D., Immagine e testo. Mostra di storia dell’editoria siciliana dal Quattrocento all’inizio dell’Ottocento. Palermo, Regione Siciliana, Assessorato ai Beni Culturali e Ambientali.1988.
TRIGILIA L., Siracusa, Siracusa. Città e mito per i viaggiatori tra il XVI e il XIX secolo, in BENEVENTANO del BOSCO ( a cura di), Siracusa urbs magnificentissima. La collezione Beneventano di Monteclimiti. Milano, Electa, 1995, pp.19-23.

Rimandi ad altre schede:

Autore della scheda: Corradina Polto