Antonelli, Juan Bautista (2021)

image_pdf

Antonelli
Juan Bautista

N. Spagna 1585

M. Cartagena de Indias (Colombia) 1649

Relazioni di parentela: Figlio di Battista Antonelli (definito sia figlio naturale sia figlio legittimo, AGI, Indifferente General, 1866, f. 830) di cui impugna il testamento nel 1618 quando questi lascia una considerevole somma alla comunità di Gatteo per soccorrere i poveri (Archivio comunale di Gatteo, Fondo notarile Zoppi, citato in Sartor, 2004).
Battista Antonelli (padre); Cristoforo Roda (cugino).

Ente/istituzione di appartenenza:

Qualifica: Ingegnere e architetto militare

Biografia:
Juan Bautista Antonelli si forma sotto la guida sia del padre Battista Antonelli, con il quale si reca in Venezuela nel 1604, sia del cugino Cristoforo Roda, con cui comincia a collaborare a l’Avana nel 1607-1608.
Rimane a Cartagena de Indias, dove risiede con la famiglia, dal 1611 al 1622, quando si trasferisce nuovamente nel porto venezuelano di Araya per la costruzione di un forte a difesa delle saline, che dura circa sette anni. In seguito si occupa autonomamente di altre fortificazioni in Venezuela, a Porto Rico e a Cuba per ritornare, in ultimo, a Cartagena de Indias.

Produzione scientifica:

Produzione di cartografia manoscritta:
Planta del citio del cerro que llaman de Daniel …, 4 aprile 1623, Siviglia, AGI, M. y P. Venezuela, 12. Firmata da Diego de Arroyo, Juan Bautista Antonelli, Cristoforo Roda per la fortificazione delle saline di Araya. [Ha la rosa dei venti con il Nord orientato; è tracciata la scala grafica e numerica con sotto l’apposizione dei firmatari. In un riquadro è descritto il sito dove costruire il forte; in un altro riquadro vi sono ulteriori suggerimenti per la fortificazione. Le annotazioni sugli aspetti fisici del litorale sono disposte lungo il tracciato della linea di costa, segnata con una certa approssimazione. Galliano G., 1979].
Discricion de las salinas de Araya…, 24 aprile 1623. Siviglia, AGI, M. y P., Venezuela, 13. Firmata da Diego de Arroyo, Juan Bautista Antonelli, Cristoforo Roda. [Ha la rosa dei venti con il Nord orientato; è tracciata la scala grafica e numerica con sotto l’apposizione dei firmatari. Riproduce il territorio in cui si trovano le saline e il forte, ma a scala minore della precedente; presenta il contorno delle saline e del litorale. Nella leggenda fornisce notizie della strada per Cumanà con le distanze dei vari tratti. La leggenda al centro delle saline è indicata l’area utilizzata dagli Olandesi e dalle altre nazioni straniere. Altri toponimi e indicazioni sono sparsi lungo il litorale. Galliano G., 1979].
Pianta di un forte costruito presso Cumanà, 29 agosto 1633, Siviglia, AGI, M. y P., Venezuela, 16. [citata in Galliano, G., 1979].

Produzione di cartografia a stampa:

Fonti d’archivio:

Bibliografia:
ANGULO IÑIGUEZ Diego, Historia del arte hispanoamericano, Barcelona-Buenos Aires, Salvat Editores, 1945.
BELLAVISTA Iglis, “Gli Antonelli da Gatteo Ingegneri romagnoli del Rinascimento al servizio del Re di Spagna. Biografie”, in Turchi M.C. (a cura di), La Misura dell’Eldorado: Vita e imprese di emiliano-romagnoli nelle Americhe. Gli Antonelli, architetti da Gatteo, CD Rom, Bologna, Regione Emilia-Romagna, 2008.
CALDERÓN QUIJANO, José Antonio, Fortificaciones en Nueva España, Sevilla, Escuela de Estudios Hispano-Americanos/CSIC, 1953.
GALLIANO Graziella, I cartografi della famiglia Antonelli, in Atti III Convegno Internazionale di Studi Colombiani, Genova 7-8 ottobre 1977, Genova, Civico Istituto Colombiano, 1979, pp. 359-381.
GALLIANO, Graziella, Tra i cartografi italiani all’estero. Gli Antonelli, in “Geostorie. Bollettino e Notiziario del Centro Italiano per gli Studi Storico-geografici”, 2005, pp. 231-261.
GASPARINI, Graziano, Las fortificaciones del periodo hispánico en Venezuela, Caracas, Ediciones Armitano, 1985.
LLAGUNO Y AMIROLA, Eugenio, CEAN BERMÚDEZ, Juan, Noticias de los arquitectos y arquitetctura desde su restauración, Madrid, Imprenta Real, 1829; riedita a Madrid, Editrice Turner, 1977.
MARCO DORTA, Enrique, Cartagena de Indias. La ciudad y su monumentos, Siviglia, Escuela de Estudios Hispano-Americanos, LV, 1951.
PRIMI, Antonella, Le fortificazioni degli Antonelli dichiarate Patrimonio dell’Umanità, in “Geostorie. Bollettino e Notiziario del Centro Italiano per gli Studi Storico-geografici”, 2012, XX, n. 1-3, pp. 31-55.
SARTOR, Mario, Omaggio agli Antonelli. Considerazioni intorno a tre generazioni di architetti militari italiani attivi nel Mediterraneo e in America, in Sartor M. (a cura di), Omaggio agli Antonelli, Udine, Editrice Universitaria Udinese, 2004, pp. 23-69.

Rimandi ad altre schede: Antonelli, Battista; Roda, Cristoforo

Autore della scheda: Antonella Primi, Genova

image_pdf