Stassi, Niccolò

Niccolò Stassi
N.
M.

Relazioni di parentela: Padre di Pietro.

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica:

Biografia:
Operò come architetto e “aiuto” ingegnere dell'Ufficio dei Fossi di Pisa e, saltuariamente, per conto dei Cavalieri di Santo Stefano, nella seconda metà del XVIII secolo.

Produzione scientifica:
Tra il 1764 e il 1794 eseguì diversi importanti lavori alla Certosa di Calci.
Fra i numerosi progetti in ambito pisano ricordiamo: la ristrutturazione di S. Marta e di S. Cassiano; l’abbellimento del Teatro Pubblico (con l'architetto Mattia Tarocchi); il rifacimento del campanile della chiesa di S. Sisto (1765); il rifacimento del campanile della chiesa filiale di San Rocco (1765); la ristrutturazione della Villa Del Rosso di Capannoli (1771); i lavori al Palazzo dei Cavalieri di S. Stefano per ricavarne dei locali per il nuovo Istituto della Carovana (1777); i lavori al Palazzo Pretorio e al Palazzo delle Vele (1785); il rifacimento della Chiesa di S. Vito in Lungarno Simonelli (1787).
Si occupò anche della Tenuta di Migliarino, realizzando una bella pianta acquerellata assai ricca di indicazioni (in AS, Piante, c.n.n.).
Nel 1765 realizzò l'allestimento per i funerali del granduca e imperatore Francesco I di Lorena nella Chiesa dei Cavalieri di S. Stefano.
Nel 1793 avanzò domanda per il posto di Maestro di Architettura presso l'Istituto della Carovana stefaniana, ma la richiesta venne respinta.
Da allora, sembra finire il suo impegno di architetto, mentre continuò quello di ingegnere al servizio del pisano Ufficio Fiumi e Fossi.

Produzione di cartografia manoscritta:
Disegni diversi relativi al progetto di alcuni lavori di ristrutturazione del Palazzo Salviati di Pisa, 1754 (AS, Piante, n. 106);
Inserto rilegato di 16 piante di appezzamenti fondiari del Comune di Calci, seconda metà del XVIII secolo (ASP, Piante dell'Ufficio Fiumi e Fossi, n. 168);
Piante di poderi (3 carte) posti nel Pisano, con Giovanni Giuseppe Ricci, 30 gennaio 1761 (ASF, Miscellanea di Piante, nn. 563-565);
Pianta di porzione del Palazzo delle due scale, progetto eseguito (in più copie) per l'Ordine dei Cavalieri di S. Stefano e approvato dal Granduca, 1777 (ASP, Piante dell'Ufficio Fiumi e Fossi, n. 151);
Pianta della Villa Galletti a Montecastello presso Pontedera, 1781;
Pianta della tenuta di Migliarino (AS, Piante, c.n.n.);
Pianta di alcune Tenute poste nella Pianura Pisana, realizzata insieme a Giovanni Michele Piazzini, s.d. (ASF, Miscellanea di Piante, n. 607);
Pianta della Fortezza di Pisa, s.d. (ASF, Miscellanea di Piante, n. 200);
Pianta del territorio di Pietrasanta, s.d. (ASF, Piante dello Scrittoio delle Fortezze e Fabbriche, 367);
Nota di tutte le fonti che si trovano nella citàà di Pisa, sì pubbliche come private, disegno a penna colorato, s.d. (ASF, Piante dello Scrittoio delle Fortezze e Fabbriche, 492);
Pianta che dimostra il mulino progettato farsi ai Bagni di Pisa, s.d. (ASF, Piante dello Scrittoio delle Fortezze e Fabbriche, 528).

Produzione di cartografia a stampa:

Fonti d’archivio:

Bibliografia:
Barsanti, 1987, p. 116; Rombai, 1987, p. 374; Rombai, Toccafondi e Vivoli, 1987, pp. 152, 399-400 e 411; Barsanti, Previti e Sbrilli, 1989, p. 134; Karwacka Codini e Sbrilli, 1987, pp. 46-47; Mazzanti e Sbrilli, 1991, pp. 243-258; Rombai, 1993, p. 44; Melis, 1996, p. 263; Giglia, 1997, p. 111; ASP, Piante dell'Ufficio Fiumi e Fossi; ASF, Miscellanea di Piante; ASF, Piante dello Scrittoio delle Fortezze e Fabbriche; AS, Piante.

Rimandi ad altre schede:

Autore della scheda: Anna Guarducci