Gravier, Yves (alias Ives o Ivone oppure Yvon)

Yves Gravier
N.
M.

Relazioni di parentela: Non risultano.

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica: «Imprimeur-Libraire».

Biografia:
Attivo a Genova tra il 1769 ed il 1848. Cittadino francese esercita la propria atti­vità di editore (ma anche di traduttore e forse di cartografo) a Genova, nei dintor­ni della loggia di Banchi (attuale piazza Banchi).
Da non confondere con altro Gravier, tale Gianni o Jean, anch'egli attivo come ti­pografo a Napoli intorno al 1750, ma editore di Molière e di Muratori.

Perché inserire tra le biografie dei cartografi italiani anche questa scheda va ad un libraio francese? Gravier non è solo un libraio: è editore, stampatore, traduttore. In secondo luogo, è francese di origine e nello svolgimento della sua attività a Genova ha avuto un importante ruolo di mediatore culturale anche a livello nazionale, e non solo nel campo cartografico e geografico, come risulta molto bene anche dalle relazioni commerciali con Vieusseux (Nesti e Volpi 1998). Infine, a scala locale, la sua attività come promotore di cultura lo mette in una posizione di forte rilievo nel panorama genovese di fine Settecento, come conferma S. Mastellone: «il 17 enne Mazzini aveva letto, e quasi mandato a me­moria, nell'edizione genovese di Yves Gravier, l'Esquisse di Condorcet del an premier de la République Ligurienne» (Mastellone 1994). Anche se sarebbe stato allora possibile conoscere i temi europei anche senza la presenza di un edi­tore dietro la loggia di Banchi; tuttavia è sembrato necessario fare un po' di su un personaggio che bene testimonia la circolazione delle idee anche nel cam­po geo-cartografico.

Attività come libraio

Per conoscere la sua attività di libraio prendiamo il suo catalogo (Gravier 1818), realizzato come guida per gli acquisti per corrispondenza: è un prezziario di 90 paginette che presenta un elenco in ordine di titolo e non di autore. È organizzato in sette «divisioni», cui si aggiungono in fondo alcuni raggruppamenti particolari. La prima divisione è quella che più interessa lo storico della cartografia: «Littera ture, Philosophzé, Beaux-Arts, Arts et Mètiers, Géographie, Voyages et Mèlanges» (alle pp.3 -46, con centinaia di titoli). La seconda è Sciences Naturelles et Médicine, pp. 47-54. La terza è Mathématique, Astronomie, Art militaire, et Navigation, pp. 55-62. La quarta è Ouvrages pour l'instruction et l1 amusement de la jeunesse, pp.63-67 La quinta Agriculture, economie rurale et domestique, pp. 68-70. La sesta Romans, pp. 71-74. La settima, Livres d'eglise et ouvrages ascetiques. L'ottava, Grammaires, dictionnaires et autres ouvrages pour l'etude des langues, pp. 80-82. Seguono edizioni «stereotipe», ovvero anastatiche, p. 83. Si chiude a p. 90 con la sezione «cartes geographiques et hidrographiques», dove si offrono venti prodot­ti, con prezzi tra una lira e trecentocinquanta lire.

Attività come editore

Dal catalogo delle sue edizi?ni appare un editore attento agli argomenti geografici, economici e in senso lato riferibili alla conoscenza del territorio.Tra la prima e l'ultima edizione passano 79 anni: certamente troppi per un uomo solo. È tuttavia possibile che alcune opere più tarde rechino il suo nome anche dopo la sua morte di cui non si conosce la data.

Produzione scientifica:
Nell'ambito della sua produzione si segnalano le seguenti edizioni:
Déscription des beautés de Gènes, et de ses cnvirons. Ornée du plan, & de la carte topographique de la ville -Génes, chez Yves Gravier, de l'imprimérìe d'Adamo Scionico, 1769.
- VERRI PIETRO, Meditazioni sopra la politica economica, Genova, presso Ivone Gra-vìer sotto la loggia di Banchi, 1771.
- Nel 1781 pubblica il Portttlano di S. Gorgoglione (v. infra).
- FILANG1ERI GAETANO, La Scienza della legislazione, Genova, Ivone Gravier, 1798. 8 vol. in-16.

Particolarmente attivo nel pubblicare le carte di maggior successo in particolare di autori francesi: nel 1784 stampa la carta di Chafrion, nel 1785 l'atlante nautico di Bellin, nel 1804 la raccolta di porti e rade di Allezard (v. infra).
Nell'Ottocento pubblica le opere chimico-farmaceutiche di Benedetto Mojon e di Giovanni Battista Canobbio, e il trattato di botanica di Domenico Viviani del 1831, dove abbondano i riferimenti alle caratteristiche geologiche, mineralogiche ed agrarie del territorio ligure e piemontese; per guanto riguarda la storia delle esplorazioni geografiche, nel 1828 cura la stampa della traduzione, curata dal- 1' abate G.B. Spotorno, dell'opera di W. Irving Storia della vita e dei viaggi di Cristoforo Colombo, in 4 volumi, poi ristampata in 9 volumi nel 1829.

Altre opere di interesse cartografico o geografico

- GORGOGLIONE SEBASTIANO, Portulano del Mare Mediterraneo, nel quale si contie• ne tutta la Navigazione che sifà da luogo in luogo, e la descrizzione di tutti i luoghi; Terre, Porti, Isole, Capz; Scogli, e Secche, che si trovano dalla nobile Città di Genova sino al Capo San Vincenzo verso Ponente; e da Genova sino alla Sapienza verso Le­vante. E cosz' della Barbaria di terra ferma da Capo Spartello sino à Tripoli nuovo. Revisto con esperienza da huomini maritimi. Dove si contengono le miglia, che sono da un luogo all'altro, e per qual Vento si guardano li Capz; Isole, Portz; e Terre. Di Sebastiano Gorgoglione genovese. In Genova MDCCLXXXI. Presso Ivone Gravier Libraro sotto la loggia di Banchi (Biblioteca Universitaria di Genova, 2.C.IV.9.). Qui Gravier ripropone un testo di quasi cento anni prima (Napoli, Gio. Francesco Paci, 1682; altra edizione Napoli, Nella stamperia di Gianfrancesco Paci, 1705) e che comunque conoscerà almeno un'altra edizione ancora più recente: Livorno, Giuseppe Gamba, 18]5. NB: ancora nel 1855 il contrammiraglio Albini ricorda (Guida 1855, p. 82) di aver consultato l'opera di Gorgoglione, anche se è impossi­bile determinare a quale edizione si riferisca.
- MICHELOT ENRICO, Portolano del Mare Mediterraneo ossia guida dei piloti costieri, d'Enrico Michelot, Piloto Osservatore sulle Galere, Nuova Edizione. Corretta, ed ac­cresciuta delle Isole dell'Arcipelago, e delle Coste di Levante, da un moderno Navi­gatore. Tradotta da P. p:,:, coll'aggiunta della Costa di Calabria, e della parte del sud della Sicilia, ec. [sic], Genova, Stamperia di Yves Gravier, 1825. A Genova conser­vato presso la Biblioteca Universitaria, ATRIO RARI A. 76; nonché presso la Civi­ca Bioblioteca Berio, F.ANT.XIX.A.5260. In questa occasione Yves Gravier pub­blica (senza nessun supporto cartografico) una traduzione del portolano testuale del francese Henri Michelot, la cui stesura originaria risale al 1709.

Produzione di cartografia manoscritta:
Non risulta autore di carte manoscritte, però sicuramente era coinvolto nella loro vendita. È noto che il 1782 a Genova il marchese Giacomo Filippo Durazzo ac­quistava carte manoscritte di F.M. Levanto (v.) da Yves Gravier, così come riferi­to da Puncuh, 1979, p. 155: il valore della compravendita, datata 20 giugno 1782 (conto n. 351) ammontava a 60 lire genovesi.

Produzione di cartografia a stampa:
BELLIN JACQUES NICOLAS, Portulan composé de 27 feuilles, Génes, Yves Gravier, 17 85, 27 tavole ( 640 x 3 50 mm), Biblioteca Universitaria di Genova collocazione: «Bibl. Geog. Am. Atlanti.31».
BRUSCHI GIACOMO, Topografia de! Porto, e Città di Genova ... , Genova, Yves Gra­vier, 1789, (410 x560 mm), con legenda comprensiva di 168 localizzazioni rilevanti. ALLEZARD JEAN, Recueil de 163 des principaux Plans des Ports et Rades de la Mé­diterranée, dont 40 ont été dernièrement publiés par Jean ]oseph Allezard ancien Capitaine de marine et plusieurs des autres corrigés, à Gènes chez Yves Gravier Li­braire sous la loge de Banchi, 1804. Presciuttini 1998, p. 5, ricorda che di fatto Allezard non fa altro che riproporre la raccolta di porti pubblicata a Marsiglia da Joseph Roux nel 1764, poi ristampato nel 1817 dall'editore Jacques Aliprandi a Livorno con identico titolo, e di nuovo da Gravier a Genova nel 1848: ALLEZARD JEAN, Nouveau Recueil ... de la mer Mediterranée publiés nouvellement par les meilleurs auteurs Génes 1848, chez Yves Gravier Libraire derrière la loge de Ban­chi, Génes, 1848.

Fonti d’archivio:

Bibliografia studi:

Altro:
Repertori cartobibliografici

Y.GRAVIER, Catalogue des livres français qui se trouvent chez Yves Gravier Impri­meur-Libraire à Gènes, à Gènes, chez Yves Gravier Imprimeur-Libraire, 1818.
P.PRESCIUTTINI, L'Istituto Idrografico della Marina. 125 anni al servizio del Paese, catalogo della mostra celebrativa (Padiglione del Mare e della Navigazione, Ge­nova), Genova, IIM, 1998.

Rimandi ad altre schede: Albini; Levanto

Autore della scheda: